Onde d’urto

Onde d’urto

Le onde d'urto radiali sono un tipo di terapia che sfrutta le onde ad alta energia acustica. Queste onde vengono trasmesse dalla superficie della pelle per poi diffondersi in modo radiale (sferico) nel corpo.

Intorno all’area di dolore c’è un aumento dell'attività metabolica che stimola e accelera il processo di guarigione. L’aumento della vascolarizzazione nella zona dolorante stimola infatti le fibre simpatiche e ciò conduce alla riduzione dei fattori infiammatori e al rilascio di sostanze che stimolano il formarsi di nuovi vasi sanguigni che irrorano la zona.

In quali patologie è indicata la terapia ad onde d’urto?

Oltre ad essere utilizzata di frequente per curare contratture, stiramenti muscolari e pubalgie, la terapia ad onde d’urto è indicata soprattutto per le tendinopatie (epicondiliti e epitrocleiti), periartriti scapolo-omerali ma anche borsiti sottoacromiali, sperone calcaneare e fasciti plantari. La terapia ad onde d’urto è indicata anche in casi di fratture ossee recenti in quanto le onde producono un aumento della vascolarizzazione che stimola la formazione di tessuto osseo e diminuisce così i tempi di guarigione e recupero.

La terapia ad onde d’urto richiede normalmente dalle 3 alle 5 sedute per ottenere dei risultati. Nella maggior parte dei casi per 4-5 ore dopo la terapia il dolore diminuisce per poi tornare ad aumentare, anche oltre il livello precedente. Dopo 48 ore però il dolore sarà notevolmente diminuito e le successive terapie consentiranno una remissione totale del dolore.

Controindicazioni:
Non è possibile sottoporsi a terapie ad onde d’urto in caso di:

  • Disturbi della coagulazione
  • Polineuropatie
  • Tenosinoviti infettive
  • Presenza di nuclei di accrescimento in prossimità del campo di pressione

Prenota online.






TOP