Spalla

Dolore alla Spalla

L’articolazione della spalla è molto complessa e la sua principale caratteristica è l’enorme possibilità di movimento.

La spalla è formata da una struttura scheletrica in cui alloggiano omero scapola e clavicola, circondati e resi stabili da potenti muscoli, tendini e legamenti. Sono due le articolazioni di cui si compone la spalla: l’articolazione gleno-omerale e l’articolazione acromion-claveare.

L’articolazione gleno-omerale lavora sospesa nel vuoto e la testa omerale ruota parzialmente in una cavità chiamata glenoide o glena che fa parte della scapola e consente al braccio di rotare fino a 360°.

L’articolazione acromion-claveare si compone, invece, di altre due parti ossee: da una parte l’estremità della clavicola che si incastra ad una parte della scapola, chiamata acromion.

Le due articolazioni della spalla sono racchiuse da capsule fibrose e stabilizzate da un apparato muscolare molto complesso che permette alla spalla il suo ampio movimento e le dona potenza. Il reciproco movimento avviene senza attriti grazie alla presenza di una borsa che, contenendo fluido oleoso, funziona come cuscinetto.

Questa fitta e complessa rete muscolare, che consente la rotazione del braccio e la sua elevazione, è indicata come cuffia dei rotatori, a sua volta collegata al muscolo deltoide.

La grande duttilità della spalla e il fatto che sia coinvolta in molti esercizi sportivi – tennis, nuoto, pallavolo, etc. – la espone al rischio di numerose lesioni.

Dolore alla <b>Spalla</b> L’articolazione della spalla…

Richiedi un consulto con i nostri esperti nella rieducazione funzionale e nel recupero motorio.

TOP