Tendinopatie

Tendinopatie

Si tratta di patologie infiammatorie o degenerative che colpiscono più frequentemente il tendine di Achille, il tibiale posteriore ed i peronei.  Vengono  distinte in tendiniti (a prevalente impronta infiammatoria), tendinosi (prevale la componente degenerativa) e in entesopatie ( tendinopatie inserzionali cioè della porzione terminale del tendine dove si attacca all’osso). Possono essere determinate da eventi acuti legati a sovraccarichi funzionali o da microtraumi ripetuti. Fattori favorenti possono essere rappresentati dall’uso di calzature non idonee, da attività svolte su terreni duri o da non adeguata preparazione fisica o riscaldamento prima della competizione. Nei casi più gravi e cronicizzati si può arrivare alla rottura parziale o totale  del tendine ( soprattutto del tendine achilleo); tale evenienza colpisce soprattutto i saltatori, i corridori, i calciatori, i tennisti e in genere tutti quelli che realizzano brusche contrazioni muscolari del polpaccio.

La sintomatologia può essere prevalente a riposo o al mattino  per migliorare poi con l’attività.

La diagnosi è clinica e viene confermata dall’ecografia o dalla RMN.

Il trattamento è essenzialmente medico e fisioterapico. Solo nel caso di rottura del tendine  è d’obbligo l’intervento chirurgico.

< Torna Indietro

Richiedi un consulto con i nostri esperti nella rieducazione funzionale e nel recupero motorio.

TOP