Fratture di piede e caviglia

Fratture di piede e caviglia

Le fratture della caviglia sono particolarmente frequenti negli sportivi. Spesso sono associate a lesioni legamentose. Il meccanismo d’infortunio più frequente è la rotazione interna od esterna del piede in corso di attività sportive ad alto impatto meccanico (traumi da sci, fase di atterraggio da salti, contrasti con altri giocatori …). Quelle più comuni sono le frattura del malleolo peroneale, di quello tibiale e del cosiddetto terzo malleolo (la porzione più posteriore della tibia).   

A livello del piede riscontriamo soprattutto  le frattura delle ossa metatarsali, soprattutto del 5° . Possono essere causate da traumi diretti o da stress.  Non infrequenti le fratture del calcagno, da stress o da impatto,  le fratture dell’astragalo e delle dita.

La sintomatologia è caratterizzata da dolore soprattutto in carico,  spesso associata tumefazione e talvolta dislocazione dell’osso interessato.

L’esame radiografico è dirimente ai fini diagnostici.

Il trattamento è prevalentemente conservativo con tutore o apparecchio gessato; In caso di frattura con dislocazione o instabilità articolare può essere necessario l’intervento chirurgico con successiva immobilizzazione.

< Torna Indietro

Richiedi un consulto con i nostri esperti nella rieducazione funzionale e nel recupero motorio.

TOP