Fascite plantare e sperone calcaneare

Fascite plantare e sperone calcaneare

La fascite plantare è un processo infiammatorio della fascia aponeurotica che si estende dal calcagno alle teste metatarsali. Durante la deambulazione tale fascia viene continuamente sollecitata in estensione in quanto il piede sotto l’effetto del peso corporeo tende ad appiattirsi ed allungarsi. Il punto su cui si scaricano principalmente tali sollecitazioni meccaniche è la sua inserzione in sede calcaneare. La stimolazione ripetuta del periostio, membrana che riveste l’osso e che è responsabile della crescita di questo, porta spesso alla crescita di una protuberanza ossea, appuntita, nota come sperone calcaneare.

La sintomatologia è rappresentata essenzialmente da dolore alla pianta del piede, soprattutto all’inserzione calcaneare, che prevale il mattino con i primi passi ma che si manifesta anche dopo stazione eretta o deambulazione prolungate.  Il dolore  non è necessariamente legato alla presenza dello sperone. Spesso si associa una borsite sottocalcaneare. E’ favorita dall’uso di calzature poco ammortizzate o troppo basse e spesso è scatenata da camminate prolungate, salti o attività fisiche come il ballo, la corsa o il tennis. Sono fattori favorenti anche l’eccesso di peso  o le alterazioni dell’arco plantare come il piede piatto o cavo.

La diagnosi è clinica ma la conferma è ecografica. La radiografia consente di visualizzare eventuali speroni ossei.

La terapia è pressochè esclusivamente medica e fisioterapica.

< Torna Indietro

Richiedi un consulto con i nostri esperti nella rieducazione funzionale e nel recupero motorio.

TOP