Riabilitazione per Rottura del crociato posteriore (LCP)

Riabilitazione per Rottura del crociato posteriore (LCP)

Se possibile si evita l'intervento in quanto il legamento crociato posteriore non è fondamentale per la stabilizzazione del ginocchio ma ha un ruolo fondamentale nel prevenire l'iperestensione.

Nelle fasi iniziali il trattamento riabilitativo ha come obiettivi la riduzione del gonfiore ed il  recupero dell’articolarità, evitando i gradi di estensione massimale  del ginocchio. In questa fase è particolarmente indicato il lavoro in acqua e l’utilizzo di terapie fisiche (pompa diamagnetica, ultrasuoni, tecarterapia, HILTerapia etc).

Successivamente si può passare alla fase del recupero muscolare, cercando di potenziare soprattutto i muscoli che limitano l'iperestensione del ginocchio come i flessori della gamba. Contemporaneamente verranno rinforzati il quadricipite e i muscoli del core ai quali verranno abbinati esercizi di tipo propriocettivo ed esercizi per migliorare la coordinazione.

Conclude l’iter riabilitativo il recupero del gesto atletico.

< Torna Indietro

Richiedi un consulto con i nostri esperti nella rieducazione funzionale e nel recupero motorio.

TOP