Riabilitazione per lesioni muscolari della coscia

Riabilitazione per lesioni muscolari della coscia

L’iter riabilitativo varia a seconda della sede e dell’entità della lesione ed è guidato da un periodico monitoraggio ecografico.

Nelle fasi iniziali l’obiettivo è il controllo dell’emorragia e del dolore. questo si ottiene attraverso fasciature compressive, applicazione di ghiaccio e terapia fisiche antalgiche (laser, Tens , ultrasuoni, pompa diamagnetica …). E’ importante iniziare appena possibile con cauti esercizi di allungamento e caute contrazioni isometriche per elasticizzare la cicatrice e migliorare l’estensibilità muscolare.

Successivamente il trattamento riabilitativo è rivolto al recupero muscolare  e articolare, alla  ripresa del lavoro aerobico e al controllo propiocettivo. Questi obiettivi sono raggiungibili mediante integrazione di tecniche fisioterapiche manuali, elettroterapia di stimolazione, rinforzo muscolare anche con uso di apparecchi per muscolazione e rieducazione propriocettiva. Particolarmente utile il trattamento idrochinesiterapico. Un valido aiuto per i recupero dell’elasticità muscolare è garantito dall’impiego di stimolazioni vibrosonore (VISS)  e diatermia meccanica (DACU).

Alla fine del percorso riabilitativo possono essere utili una valutazione posturale globale ed eventualmente un trattamento osteopatico al fine di prevenire le recidive.

Negli atleti, il programma riabilitativo si conclude in campo con il ritorno alla corsa e al gesto atletico sportivo.

Contenuti correlati:

Lesioni muscolari della coscia
< Torna Indietro

Richiedi un consulto con i nostri esperti nella rieducazione funzionale e nel recupero motorio.

TOP