Ernia e protrusione discale

Ernia e protrusione discale

L'ernia del disco è una delle patologie più frequenti del collo. La causa è da ricercarsi nei vizi posturali protratti per molte ore durante la giornata, come per esempio lavorare al pc, usare tablet o smartphone e guardare la TV in posizione semiseduta a letto con il capo piegato in avanti. In presenza di queste condizioni, il disco intervertebrale rimane compresso in modo anomalo andando così, col passare del tempo, a degenerarsi. La sintomatologia che ne deriva è varia e dipende se vi è stata una compressione a livello nervoso o no.
In caso di compressione nervosa avremo oltre al dolore localizzato in sede cervicale, formicolio e dolore alle braccia e riduzione o perdita di sensibilità degli arti superiori.

Solitamente il dolore nel paziente affetto da ernia del disco cervicale si presenta come un dolore di tipo trafittivo e puntorio a livello del margine mediale della scapola, cioè vicino alla colonna. Qualora si fosse verificata una compressione nervosa il paziente lamenta un dolore, più o meno intenso, irradiato al braccio con formicolio e deficit di forza o di sensibilità. Questa sintomatologia porta il paziente ad assumere posizione viziate che provocano un irrigidimento della muscolatura con conseguente contrattura dolorosa.
Spesso i pazienti affetti da ernia del disco cervicale faticano a riposare ed a trovare una posizione antalgica.

Gioca un ruolo fondamentale la valutazione da parte del medico specialista che valuterà il danno prima di iniziare un eventuale fase di recupero funzionale.

< Torna Indietro

Richiedi un consulto con i nostri esperti nella rieducazione funzionale e nel recupero motorio.

TOP